altre infezioni sessualmente trasmessibili

La presenza di un’ infezione sessualmente trasmissibile (Ist) accentua la trasmissibilità dell’Hiv e delle altre Ist, poiché può pregiudicare lo stato delle mucose o della pelle e renderle più soggette al passaggio di virus e batteri.

Epatite

Tra le malattie sessualmente trasmissibili bisogna porre particolare attenzione alle epatiti, causa importante di mortalità nella popolazione. L’epatite B è quella che viene trasmessa più facilmente nei rapporti sessuali ed è molto più contagiosa e trasmissibile dell’Hiv, tuttavia per questa forma virale esiste un vaccino spesso combinato con quello contro l’epatite A (trasmessa per via oro-fecale). L’epatite C si trasmette più difficilmente nei rapporti sessuali, però non esiste un vaccino per essa. Per l’epatite B la terapia è solo parzialmente efficace e il decorso dellamalattia può portare a cirrosi e tumori al fegato. Solo da pochi anni esiste un’efficace cura per trattare l’epatite C.

Gonorrea

Si tratta di un’infezione batterica che genera dolore e secrezioni purulente generalmente nell’uretra (eventualmente anche nel retto o in bocca). Colpisce uomini e donne ma i sintomi sono più facilmente avvertiti dai maschi. È importante non trascurare l’infezione, che è facilmente curabile con antibiotici, poiché ciò può portare alla sterilità; e per le donne anche a conseguenze più gravi.

 

Clamidia

Infezione batterica con sintomi simili, generalmente più leggeri rispetto a quelli della gonorrea. La Clamidia colpisce di più le donne. Curabile con antibiotici se trascurata può portare la sterilità.

Sifilide

Altra infezione batterica che in un primo stadio manifesta noduli o piaghette non dolorose su pene, vagina, ano o anche in bocca. Successivamente, dopo alcune settimane, si presentano macchie rossastre su diverse parti del corpo accompagnate da qualche sintomo febbrile. Prima di arrivare al terzo stadio tutti i sintomi possono sparire per anni, ma a questo punto l’infezione può deteriorare organi muscoli e pelle, nel peggiore dei casi portare a paralisi, pazzia e morte.

La sifilide può essere curata a ogni stadio, ma se la si cura tardi non si potranno evitare le gravi conseguenze già manifestatesi.

Condilomi

Si tratta di verruche sui genitali o sull’ano (ma anche nelle parti interne di vagina e retto) causate da un virus (HPV, virus del papilloma umano). Il Virus può portare al cancro della cervice uterina per le donne o della zona ano-rettale per i due sessi. Esistono alcune terapie ma soprattutto un vaccino preventivo offerto gratuitamente ai più giovani.

Tricomoniasi

Microrganismi che provocano,

soprattutto nelle donne, bruciore

nell’urinare e secrezioni.

Guaribile.

Candida

Le infezioni micotiche non si trasmettono solo per via sessuale ma si manifestano sovente e fastidiosamente sulle mucose genitali, con arrossamenti, placche bianche o gialle e prurito. Si curano con pomate o farmaci antimicotici.